Dieta di primavera

Rubrica “Pillole di Curiosità” a cura di Valentina Sergi


Credo che ognuno di noi abbia sperimentato come il cibo abbia un effetto sia sul nostro fisico, ma anche sulle nostre emozioni e sul nostro modo di pensare.

Gli effetti sul nostro corpo sono evidenti e in certi casi anche abbastanza ra

pidi, anche se molto spesso non c'è piena consapevolezza dell'importanza del mangiar bene e sano per il mantenimento della propria salute fisica.

Gli effetti sulle emozioni si palesano per esempio con la gioia suscitata da un piatto ben presentato e gustoso o con ricordi che affiorano al pervenire di un odore o di un sapore particolari. Gli effetti sul modo di pensare non si presentano così rapidamente come nel caso di quelli sul fisico, ma possono essere apprezzabili, come per esempio la chiarezza e l'ordine mentale.


La Primavera è stagione di rinascita, di alleggerimento, di apertura e per questo è anche il momento migliore per cercare di alimentarsi all'insegna della leggerezza e del lasciar andare accumuli dell'inverno, inevitabilmente formatisi nel nostro corpo (non solo dell'inverno appena trascorso, in realtà, ma anche degli anni passati).


Sto sperimentando su di me questa "dieta" (ho cominciato solo da pochi giorni) e posso dire, per il momento, che certamente ci fa prendere maggior consapevolezza degli effetti del cibo su di noi e ci fa magari aggiungere qualche cibo diverso da ciò che mangiamo abitualmente (per esempio più riso integrale).

Ricordiamo che siamo tutti diversi, ciascuno di noi è unico e gli effetti saranno quindi diversi e più o meno sensibili a seconda del nostro stato fisico, più o meno appesantito. Per questo non sarà uguale per tutti e ognuno deve sperimentare su di sè, seguendo alcune indicazioni di base.

Questa dieta va attuata per un ristretto periodo di tempo, da un minimo di 10 giorni a un massimo di 1 mese, non di più. Bisogna sottolineare che questa dieta è solo per poche settimane ! Non rappresenta infatti un modo ideale di mangiare, perché non è una buona idea seguire sempre una dieta troppo disciplinata a meno che non ci siano specifici problemi di salute che giustifichino questa disciplina per un periodo prolungato.

Questa dieta prevede sostanzialmente:

· niente cibi animali di alcun tipo (carne, pesce, uova, latticini, latte, ecc.)

· niente prodotti da forno (biscotti, fette biscottate, pane, crackers, ecc.)

· una riduzione di condimenti (grassi e olii)

È anche un periodo per liberarsi di piccoli vizi (caffè, alcol e dolci in particolare).

Fondamento di questa dieta di primavera è che “la dieta moderna è così ricca di grassi e zuccheri (zuccheri, che il corpo trasforma in grasso) che tutti noi abbiamo depositi o eccessi accumulati in varie parti del nostro corpo”. Martin Halsey, biologo e fondatore de La Sanagola


E' anche molto importante mangiare con ordine, ovvero:

· mangiare seduti (ti capita mai, per la fretta, di mangiare un "boccone" in piedi ?)

· mangiare a intervalli regolari, in genere due o tre volte al giorno;

· masticare bene, finchè il cibo non diventi quasi liquido in bocca prima di deglutire;

· terminare ogni pasto con una bevanda calda (possibilmente non stimolante come il caffè, ma meglio un tè kukicha oppure un caffè d'orzo).


I grassi "yang" (yang indica contrazione e legame) tendono ad andare più in profondità nel corpo e ad attaccarsi tra loro e possono accumularsi nei nostri tessuti e portare all'indurimento e alla riduzione della circolazione del sangue e della linfa. Questi accumuli portano facilmente alla formazione di cisti, noduli, lipomi, fibromi e tumori di vario tipo. Dato che la dieta umana si è spostata sempre più verso il consumo di questi alimenti grassi e di zucchero, si è verificato un aumento dei tumori così come degli accumuli di grasso in varie parti del corpo.

È importante tenere a mente che la dieta moderna è eccessiva per lo stile di vita moderno. È ironico che, nonostante l'epidemia di problemi dovuti all'eccesso, la maggior parte del dialogo riguardante il cibo (alla TV, alla radio e nelle pubblicazioni) sembra concentrarsi sui potenziali deficit e sull'essere sicuri di avere tutte le sostanze nutritive di cui si ha bisogno, anche se della maggior parte se ne hanno già troppe.

Questa dieta speciale è stata concepita per aiutare il corpo ad eliminare e ritrovare l'equilibrio al cambio di stagione, ma in realtà è molto più di questo. Aiuta a bilanciare diversi fattori nella nostra vita, tra cui:

· la dieta passata, che per quasi tutti era troppo ricca di carne, formaggio, uova e latticini, tutti elementi che creano depositi e accumuli nel corpo che la “dieta di primavera” aiuta ad eliminare;

· i periodi di eccesso durante i quali è normale, e persino sano, mangiare in modo più ricco e leggermente eccessivo (le vacanze in particolare, ma anche molte altre occasioni sociali e festive);

· il fatto che la maggior parte delle persone moderne, anche quelle con le migliori intenzioni, devono scendere a compromessi con il modo di mangiare rispetto a come vorrebbero mangiare.


La “dieta di primavera” è il modo ideale per conoscere il potere del cibo e vedere quanto velocemente può avvenire un cambiamento positivo nella salute e nel benessere. I suoi effetti dimostrano chiaramente la relazione tra corpo, mente ed emozioni.



Fonti:

· La Sanagola - https://www.lasanagola.com/ Scuola di cucina naturale

· https://www.unpuntomacrobiotico.it/upm-chi-siamo/#macrobiotica

· Attilio Somenzi "Lo shiatsu e il pensiero macrobiotico"

· Michio Kushi "Medicina macrobiotica, curare e guarire con i principi naturali dell'universo"

210 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti